Salute

Rimedi eiaculazione precoce: tutte le soluzioni

L’eiaculazione precoce è un problema molto comune e diffuso tra uomini giovani e adulti. Consiste principalmente nel non riuscire a trattenere l’eiaculazione, la quale avviene in questi casi dopo poche spinte coitali o, persino, prima che il rapporto sessuale cominci. Questo problema, di cui parla anche un articolo di wellvit qui, è molto diffuso tra gli uomini giovani che devono ancora acquisire un autocontrollo sulla loro prestazione sessuale e sull’ansia, può essere avvertito da chi ne soffre come un vero e proprio dramma. Il non riuscire a trattenersi, infatti, genera una sensazione di frustrazione e il timore di non soddisfare la partner sessuale, alimentando così un complesso di inferiorità. Per questa ragione quando il problema si verifica si tende a ricorrere alle soluzioni più disparate (e disperate!), mettendo così anche a repentaglio la propria salute, senza risolvere il problema in maniera definitiva. Per questa ragione, in questo articolo cercheremo di indicarvi qualche trucco per ritardare la eiaculazione, dicendovi anche i rimedi che dovreste evitare in quanto inutili o nocivi.

Quali i rimedi da evitare per l’eiaculazione precoce

Come vi abbiamo già anticipato, alcuni rimedi non solo non funzionano, ma possono danneggiare anche la vostra salute. Qui di seguito vi elencheremo quali sono:

  • Pillole: le pillole che si vendono sul mercato per risolvere il problema della eiaculazione precoce non vi aiuteranno a risolvere il problema. Molte di queste sono delle vere e proprie truffe solo per spillarvi soldi, per cui statene alla larga!
  • Creme desensibilizzanti: queste creme hanno la funzione di desensibilizzare l’organo sessuale per far durare di più il rapporto sessuale. L’effetto, però, è quello di diminuire il vostro piacere e anche quello della partner. Per cui la vostra performance sessuale non raggiungerà, comunque l’effetto sperato.
  • Procedure mediche: alcuni decidono di ricorrere a procedure mediche, esasperati dalla problematica. In realtà l’eiaculazione precoce è per lo più causata da un problema psicologico per cui vi consigliamo di provare, prima, uno degli esercizi da noi suggeriti, prima di ricorrere ad una soluzione così drastica.

Come ritardare l’eiaculazione

Una volta esposti i rimedi da evitare, vi indicheremo quali sono gli esercizi che vi possono realmente aiutare per ritardare la vostra eiaculazione. Come potrete vedere, nessuno di questi rimedi è nocivo per la vostra salute, né vi promette rimedi miracolosi.

  • Esercizi di Kegel: questi esercizi consistono nell’alternare momenti di tensione a momenti di rilassamento lavorando sul muscolo pubococcigeo. Allenando questo muscolo, infatti, riuscirete ad avere maggiore controllo della vostra eiaculazione e a riconoscere il cosiddetto punto di non ritorno.
  • Preliminari: aumentando il tempo dei preliminari riuscirai a trattenerti e a durare di più durante il rapporto sessuale. In questa maniera riuscirai a far godere di più la partner e a liberarti del senso di frustrazione derivante dall’eiaculazione precoce.
  • Squeeze: questa tecnica risulta estremamente utile ed efficace. Consiste nello strizzare la punta del pene nel momento in cui si avverte che sta per avvenire la eiaculazione, per poi riprendere il rapporto sessuale subito dopo. Questo metodo consente, infatti, di desensibilizzare il pene per un attimo, in modo tale da ritardare così la eiaculazione.
  • Preservativi ritardanti: questa può essere un buon rimedio, perlomeno non nocivo. I preservativi ritardanti, al contrario delle creme, infatti, agiscono solo sull’uomo, senza condizionare il piacere della partner. Anche se questo rimedio è decisamente meno efficace rispetto a quelli citati in precedenza, può essere una buona soluzione nei casi in cui siate un po’ pigri (e non vogliate per questo lavorare sul vostro muscolo pubococcigeo) o nel caso in cui non ci sia un rapporto di intimità con la partner (che vi consenta, dunque, di poter sperimentare assieme a lei la tecnica dello squeeze).

Leave a Reply