Dieta metodo 3 Emme: come funziona?

  • By Monica
  • Agosto 16, 2022
  • 0
  • 10 Views
dieta mediterranea

Quali sono le “3 emme” della dieta del momento? Alcuni dicono siano le iniziali di tre alimenti della dieta mediterranea, altri dicono che stiano per “mantenimento massa e metabolismo”. In realtà si riferiscono alle iniziali del medico angiologo e omeopata che ha inventato questo nuovo metodo dimagrante, il dottor Mauro Mario Mariani. Tre “emme” appunto, tre modi di incanalarsi nella giusta via verso un peso forma ideale. La novità della dieta Metodo 3Emme risiede nel fatto che sfrutta una dieta già esistente, semplicemente dosandola secondo esigenze ben precise per ottenere risultati migliori.

Come nasce la dieta Metodo 3Emme

La dieta Metodo 3Emme nasce da un’idea del dottor Mauro Mario Mariani. Laureato in medicina con specializzazione di angiologo e studi condotti nel campo dell’omeopatia e omotossicologia, il dottor Mariani ha studiato a fondo una dieta che tutti conosciamo. O crediamo di conoscere. La dieta mediterranea.

La dieta mediterranea è la tradizione gastronomica storica dell’Europa del sud, e dell’Italia (e Grecia) in particolare. Spesso indicata come la “dieta ideale” perché bilancia alla perfezione grassi, proteine e carboidrati, è a disposizione sui nostri piatti ogni giorno. Perché cambiare qualcosa che funziona già così bene? Infatti Mariani non ha stravolto né aggiunto, ha soltanto elaborato un modo per indirizzare il cibo della dieta mediterranea verso un ritmo alimentare che stimola il metabolismo. Metabolismo più veloce vuol dire digestione e smaltimento completi, quindi nessun accumulo di chili.

Come funziona la dieta Metodo 3Emme

La dieta Metodo 3Emme funziona con quattro fasi da suddividere in dieci settimane. Se fatta secondo criterio fa ottenere risultati interessanti. Le quattro fasi sono: Reset, Restart, Remix e Regular.

La prima settimana si applica il “Reset”: prevalenza di alimenti liquidi e vegetali, tutti di stagione, riducendo al massimo altre tipologie di cibo. In tal modo il corpo si purifica e si disintossica. Si passa quindi alla seconda fase, “Restart”.

I quattordici giorni di fase “Restart” consentono l’introduzione di quantità maggiori di proteine e cibi non solo vegetali (carni bianche e pesce) insieme ai legumi, allo scopo di ricaricare le energie fisiche.

Le tre settimane successive (“Remix”) vedono l’aggiunta anche dei carboidrati, con possibilità di mangiare anche prosciutto e uova occasionalmente.

Nella fase finale “Regular” ogni persona avrà la dieta personalizzata basata anche su come e quanto ha tollerato le settimane del metodo 3Emme. Lo scopo è quello di mangiar sano, mangiar spesso e consentire al corpo di bruciare continuamente energia. Tre pasti (sani) e due spuntini ragionati possono aiutare a dimagrire in modo per nulla faticoso. I risultati sembrano molto positivi. Nelle prime sei settimane si perde già tra 6 e 12 per cento del proprio peso.

Una dieta per tutti? La dieta è particolarmente consigliata per chi deve depurare l’organismo, chi ha problemi di cellulite, chi soffre di ritenzione idrica e di problemi alla pelle. Ma naturalmente aiuta anche chi ha problemi al fegato e di obesità – non eccessiva.

Fondamentalmente è adatta a tutti, se si premette che prima di aderire a una qualsiasi dieta occorre parlarne col proprio medico e fare gli adeguati esami per controllare lo stato di salute.

Monica

Benvenuti a tutti sul mio blog! Mi chiamo Monica e nella vita gestisco un salone di bellezza. Oltre a svolgere il mio lavoro ordinario, mi piace condividere con voi alcuni consigli di reale utilità per aiutarvi ad acquistare i prodotti giusti su misura per le vostre esigenze.

Vedi tutti i post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.