I pomodori fanno ingrassare: ecco cosa devi sapere

  • By Monica
  • Dicembre 21, 2021
  • 0
  • 111 Views
pomodori

I pomodori sono tra gli alimenti più consumati nella nostra classica dieta mediterranea, poiché sono ricchi di nutrienti molto utili al nostro organismo. Nonostante questo è tuttavia importante non consumarne in grandi quantità poiché potrebbero causare eventuali fastidi e, anche se non tutti lo sanno, la possibilità di ingrassare.

Attenzione alla quantità di zuccheri

Il pomodoro è senza dubbio un alimento completo, ma è bene fare molta attenzione alle dosi da consumare. I pomodori, infatti, se mangiati in quantità troppo elevate ogni giorno apportano molti zuccheri. Questo accade soprattutto nel caso in cui vengano inseriti in una dieta non opportunamente controllata e molto ricca di dolci; il pomodoro infatti contiene già in sé circa il 20% degli zuccheri previsti in un tipico piano alimentare quotidiano. In particolare, 100 gr di pomodori forniscono circa 18 kcal e 2,8 g di zucchero.

Dire che il pomodoro faccia ingrassare non è dunque corretto, poiché di per sé si tratta di un alimento salutare e ricco di nutrienti. Ma molto dipende dalle dosi; insomma una quantità troppo elevata ogni giorno può effettivamente contribuire all’aumento di peso. Se invece vengono assunte quantità giuste e moderate, i pomodori, costituiti principalmente da acqua, presentano un apporto calorico molto basso e un contenuto di grassi irrisorio. È consigliato non assumere più di 1/3 di tazza di pomodoro al giorno.

Disturbi causati da un consumo eccessivo

Come abbiamo detto, i pomodori sono ricchi di nutrienti, tuttavia un loro consumo troppo abbondante potrebbe portare ad alcuni disturbi. In particolare, l’acidità tipica del pomodoro potrebbe causare bruciori di stomaco e problemi di reflusso gastroesofageo. Sempre a proposito del tratto gastrointestinale, troppi pomodori potrebbero dare problemi all’intestino causando infiammazioni e diverticoliti; questo soprattutto a causa della buccia e dei semi del pomodoro, che potrebbero avere effetti irritanti sul rivestimento dell’intestino.

Inoltre il pomodoro, se assunto in quantità troppo elevate, potrebbe determinare irritazioni alla vescica o influire negativamente sulla ghiandola prostatica. Potrebbe causare problemi renali nei soggetti che soffrono già di problematiche legate a questi organi; e mal di testa in alcuni casi particolari. Infine, potrebbe interferire con la funzione immunitaria abbassandone l’efficacia a causa di un’eccessiva assunzione di licopene. Senza dimenticare le eventuali reazioni allergiche in soggetti particolarmente sensibili.

Ovviamente, ripetiamo che tutti questi disturbi potrebbero essere causati dall’ingestione di una quantità molto elevata di pomodori, mentre un consumo idoneo e normale non è solito creare disturbi.

Nutrienti benefici dei pomodori

L’assunzione della giusta quantità di pomodori può fare molto bene all’organismo proprio grazie ai nutrienti benefici contenuti in essi. I pomodori presentano elementi preziosi come il potassio, un minerale in grado di agire sulla riduzione della pressione arteriosa, oltre a regolare il ritmo cardiaco e la contrazione muscolare. È presente poi la vitamina C, importante per la sua azione antiossidante in grado di combattere i radicali liberi e stimolare il sistema immunitario, fondamentale per un corretto assorbimento del ferro e per la produzione di collagene.

A questo va poi aggiunta anche la presenza di vitamina K, la quale ha un’importante azione antiemorragica nel processo di coagulazione del sangue e la capacità di equilibrare la risposta infiammatoria. Poi, vi sono il fosforo, un minerale in grado di agire in numerosi processi dell’organismo; e i folati, precursori delle vitamine molto utili soprattutto in stato di gravidanza poiché molto importanti per un corretto sviluppo e funzionamento del sistema nervoso. Inoltre, il classico colore rosso del pomodoro è dovuto a un antiossidante particolare, il licopene, il quale è in grado di svolgere una buona azione antiinfiammatoria e di proteggere la vista dalla tipica degenerazione dell’età. Il licopene, contenuto soprattutto nella buccia del pomodoro, è ottimo anche nella lotta all’invecchiamento cellulare.

Monica

Benvenuti a tutti sul mio blog! Mi chiamo Monica e nella vita gestisco un salone di bellezza. Oltre a svolgere il mio lavoro ordinario, mi piace condividere con voi alcuni consigli di reale utilità per aiutarvi ad acquistare i prodotti giusti su misura per le vostre esigenze.

Vedi tutti i post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.